Thierry Weyd

Thierry Weyd

THIERRY WEYD con i giovani artisti dell'Accademia di Belle Arti: Nicola Albatici, Rebecca Asplanato, Emma Bardiani, Jacopo Bonzagni, Heyan Jang, Nathalie Morichi, Emanuela Perpignano, Gabriella Presutto, Martina Vannini.

 

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

 

Il workshop Luoghi matrici. Pretesti per l’edizione in divenire avrebbe anche potuto chiamarsi Prime impressioni di un paesaggio: mettere gli studenti in una situazione di osservazione furtiva con l'obiettivo di rilevare le loro “prime impressioni” a proposito dei siti esplorati nella zona artigianale. Alcuni degli studenti avevano già fatto dei sopralluoghi con Cuore di pietra, altri no, ma la condizione di partenza doveva essere quella di chi non ha nessuna documentazione sui luoghi, quasi nessuno strumento di analisi, appena un sentimento o una manipolazione dovevano essere all’origine della creazione di un oggetto miniatura. Questo approccio al paesaggio, con un’edizione in prospettiva, era quindi intuitivo e, di conseguenza, simile all’improvvisazione musicale. Si trattava di fissare il momento preciso della scoperta, quello del primo sguardo. Gli studenti hanno lavorato con mezzi elementari di captazione e con strumenti di registrazione da tasca (telefono, registratori, carta, matita...). Hanno raccolto, inquadrato, registrato, fissato quei dettagli del paesaggio ai quali erano sensibili, o con i quali avevano voglia di giocare e hanno, al tempo stesso, pensato l’oggetto miniatura e i suoi modi di edizione, fabbricazione e diffusione. Ed è tutto! Appena un segno registrato, un frammento, una prima impressione da condividere. Infine, ciascuno ha realizzato un’opera miniatura (libri, video, immagini, creazioni sonore), risultato di un percorso fisico attraverso un paesaggio, la zona artigianale di Pianoro. Abbiamo poi tutti insieme, come in un rituale collettivo di spiritismo, rivelato questa “musica del luogo”.

 

Gabriella Presutto: Registratore Pratico