Maria Pia Cinque

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

MP5, 2007/2008. Una prima parte del lavoro si è svolto come intervento sulle palizzate del cantiere di via Pierino Bolognesi. MP5 ha realizzato un workshop di fumetti metropolitani con alcune classi delle scuole elementari e medie. I rituali, gli oggetti, i racconti degli abitanti intervistati e fotografati dai bambini nel corso di alcune visite nelle vecchie case hanno portato alla realizzazione di fumetti che, ingigantiti, sono andati a comporre un'installazione temporanea sulle palizzate del cantiere.

L'installazione permanente "City_Look_at_City" è stata l'evoluzione e la maturazione del workshop originario. MP5 è intervenuta in un'area pubblica di passaggio all'interno di un blocco di nuove palazzine creando un collegamento fra la nuova piazza e le nuove aree che sono ancora occupate dal cantiere. L'opera rielabora le memorie di Piazzale Esperanto, vecchio centro del paese che ha ceduto il suo spazio ai nuovi edifici.

L'installazione architettonico-artistica progettata in collaborazione con il gruppo Sciatto Produzie di Roma si compone di due piattaforme di 20 mq ciascuna, aree di sosta e di gioco, che ospitano, nella planimetria della vecchia piazza del mercato, le palazzine IACP in miniatura con i segni grafici e dinamici delle diverse generazioni che in questi anni, proprio a partire dalle demolizioni e dai cantieri, insieme a Cuore di pietra, stanno rielaborando i grandi cambiamenti intervenuti nel paese. Sulle pareti esterne delle case, infatti, sono visibili gesti, oggetti, abitudini e ritratti a fumetti degli abitanti delle vecchie case di via Pierino Bolognesi, via Matteotti e via Gramsci.


Maria Pia Cinque a.k.a M P 5
Diplomata in scenografia all'Accademia di Belle Arti di Bologna.
Ha studiato animazione, technical arts and special effects alla Wimbledon School of Art di Londra.


Divide la sua attività tra il fumetto, l'illustrazione, la scenografia e il video.
Ha pubblicato diverse storie a fumetti per il Centro Andrea Pazienza, su riviste underground austriache e canadesi, lavorato come illustratrice per diverse riviste italiane e quotidiani come Liberazione e disegnato locandine per concerti e spettacoli di teatro.

In teatro come visual stage designer ha lavorato alla messa in scena di Psicosi 4:48 / cantico di Sarah kane per la regia di Davide Iodice e alla produzione di Malcolm , progetto del gruppo Motus.
Nel 2003 ha lavorato in Francia al progetto europeo Artists in context delle Pépinières européennes pour jeunes artistes di Parigi realizzando l'installazione Zoot 2 ( places des cotterets, Fougères )
Ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero tra cui la Biennale dei giovani artisti dell’ Europa e del Mediterraneo (Napoli 2005)
Ha ricevuto diversi premi nel campo del fumetto ( premio Andrea Pazienza 2001, premio Bilbolbul 2002, premio Iceberg per il fumetto 2002), dell'arte (premio Guercino 2002, premio Artists in context 2003) e del cinema d’animazione ( premio Iceberg per il cinema 2004, menzione speciale Festival Visioni Emiliano-Romagnole).

Diversi suoi progetti tra cui In Medicine we trust sono stati supportati dal progetto Capitale futuro della Comunità Europea.
Da due anni lavora frequentemente con il gruppo To/let con il quale realizza installazioni site-specific e Design & Wearing elements.

www.mpcinque.com
www.mpcinque.splinder.com
www.flick.com/photos/mp5