Annalisa Cattani

"Get the Flash Player" "to see this gallery."

La prima immagine è una delle 15 cartoline che sono state messe in vendita nel 2006 nelle edicole e nelle cartolerie di Pianoro.

Le altre immagini sono relative a "Toile de joie", una tenda memoria per il Centro Diurno Enrico Giusti realizzata stampando artigianalmente su tessuto le foto date dagli abitanti. Essa reca le tracce di momenti di vita e di affetti, e rinvia alle atmosfere, alla tecnica e ai motivi delle settecentesche "Toile de jouy".

 

 

Annalisa Cattani é un' artista e studiosa di Retorica e Arti visive.
Attraverso vari mezzi, fotografia, performance e video cerca di produrre meccanismi dialettici che inducano o riflettano sulla relazione. Ultimamente ha realizzato lavori a quattro mani in cui trasformo relazioni preesistenti.

Laureata in Lingue  e Diplomata all’Accademia di belle Arti di Bologna, vince il dottorato in Retorica e il Posdottorato in Arti Visive con il Prof. Renato Barilli, attualmente insegna all’Università di Trieste “Linguaggi della Pubblicità e Copywriting” e collabora con la cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea del DAMS di Bologna, Prof. Alessandra Borgogelli.

Ha preso parte a conferenze e workshop tra cui si ricordano: Nel 2008-“Dalla vicinanza al Neighbourhood”, convegno “Public Art” a cura di Maria Campitelli, Università di Trieste, “Le ragazze di Trieste”, Libreria delle Donne di Milano, “Arte come dialogo”, convegno "Philosophy for Children", MAMBO, Museo d’arte Moderna di Bologna e“Introduzione alla Public Art", Ciclo di Conferenze: Linguaggi Audiovisivi Contemporanei, presso il dipartimento di Discipline della Comunicazione, Università degli Studi di Bologna, Nel 2007 L’arte e le nuove dimensioni relazionali, a cura di Luisa Valeriani, Daria Filardo, Cecilia Guida, presso L’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 2006 pubblica “Distaze, Artiste Italiane e Arte Pubblica” in Donne D’Arte, a cura di Maria Antonietta Trasforini, Meltemi, Roma e Meccanismi argomentativi nell’Arte Pubblica, in Economia della Cultura n.3, a cura di Pierluigi Sacco, Il mulino, Bologna

La sua attività espositiva comprende mostre personali e collettive in Italia e all’estero tra i quali ricordiamo nel 2008 l’intervento site specific Le ragazze di Trieste, Piazza dell’Unità Trieste, a cura di Maria Campitelli, nel 2007 il workshop “I’ll be Your mirror” presso il carcere di Rebibbia, Roma, a cura dell’associazione Eva di Toklas, nel 2005 la mostra personale Identikit,  a cura di ASA, presso la Biblioteca Comunale di Zara, Croazia. Nel 2004 Visioni dall’interno, presentazione del lavoro a cura di Emanuela De Cecco, Fondazione Sandretto Re Baudengo, Torino.

 

Tra le sue partecipazioni collettive: nel 2008 Video Attitudes, a cura di Le Rare, Amiens, France, Video IT, a cura di Mario Gorni, Torino, nel 2007 Video Year Art Book a cura del Dipartimento di Arti Visive di Bologna. nel 2006 Semionauti, progetto di mostra itinerante tra Istambul, Oslo, Milano e C/o Careof, Milano. Nel 2005 e Oltre la Regola,a cura di Elvira Vannini e della Scuola di Specificazione del Dipartimeto di Arti Visive, DAMS, Bologna.